La Regione Puglia è pronta a dare il via libera al ritorno della scuola in presenza, a partire dal 1 febbraio, con un piano ben definito che permetta a studenti e personale di rientrare negli istituti in massima sicurezza.

La giunta regionale ha infatti approvato alcune linee guida fondamentali che dovranno essere rispettate dall’inizio del prossimo mese.

Tra queste c’è l’istituzione dei team sanitari scolastici, con tanto di referente covid per ogni istituto, test a tappeto per il personale ogni 14 giorni e la loro vaccinazione che dovrà essere prioritaria quando si aprirà la cosiddetta Fase 2.

L’obiettivo è quello di aumentare la sorveglianza, monitorare i casi sospetti e stabilire il loro periodo di quarantena, avere un contatto diretto con i servizi territoriali delle Asl.

Le scuole superiori dovrebbero riaprire al 50% in presenza, mentre potrebbe decadere la possibilità di optare per la didattica a distanza nelle scuole elementari e medie.

“Oggi la Giunta regionale ha approvato il Piano per la ripartenza della scuola in sicurezza che, a partire dal 1 febbraio, prevede tre linee di azione fondamentali: l’istituzione del team degli operatori sanitari nelle scuole, un programma di esecuzione sistematica di tamponi antigenici rapidi negli operatori scolastici e un piano strategico per la vaccinazione anticovid degli stessi operatori, in base a un criterio di età e presenza di fragilità – ha confermato Pier Luigi Lopalco, assessore alla Sanità della Regione Puglia -. Dalla individuazione del referente per il COVID 19, sia in ambito scolastico che in ambito ASL, alla istituzione del team TOSS (Team Operatori Sanitari Scolastici) COVID 19 (indicato come elemento essenziale per garantire il rientro a scuola in sicurezza), dalla gestione del caso sospetto allo screening sistematico del personale scolastico e alle vaccinazioni per il personale scolastico, dalla gestione dello studente con patologie gravi e/o immunodepresso alla gestione sociale per i soggetti sottoposti ad isolamento, fino al monitoraggio degli operatori scolastici e degli studenti fragili”.

La Giunta ha stabilito che l’avvio del Piano è dal 1 febbraio 2021. “Sono state specificate tutte le azioni e la strategia di prevenzione, contenimento e gestione dell’emergenza Covid-19 in ambito scolastico, che potranno trovare progressiva attuazione in ragione delle risorse tecnico-organizzative e professionali che potranno essere impiegate per la messa a regime del modello di governo definito – conclude -. La Giunta ha incaricato i Direttori Generali delle Aziende Sanitarie Locali all’applicazione degli indirizzi contenuti nel documento degli indirizzi operativi mentre la Sezione Promozione della Salute e del Benessere dovrà occuparsi dell’adozione degli eventuali provvedimenti attuativi e del monitoraggio dell’andamento delle attività di prevenzione, contenimento e gestione dell’emergenza Covid-19 in ambito scolastico con il coinvolgimento del Tavolo di coordinamento regionale Istruzione e Benessere”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here