Sì all’ipermercato, no alla spesa nel negozio sotto casa. È questa la “nuova moda” nata durante la pandemia.

Un cambio di abitudine dettato maggiormente dalla convenienza delle offerte, ma non solo. C’è chi infatti ora predilige la passeggiata tra i reparti a quella sul lungomare.

“Vengo qui, una sola volta a settimana, perché c’è più assortimento”, racconta una mamma. “Qui c’è convenienza, trovi offerte di ogni tipo mentre in Paese, con l’emergenza covid, i prezzi sono aumentati”, spiega un altro.

Dagli affollamenti alla crisi del piccolo commercio, le polemiche però anche in questo caso non mancano e abbiamo così deciso di condurre un’indagine sociologica, tra scaffali e carrelli, alla ricerca di risposte.

Il sostegno, doveroso, però va a tutti gli uomini e mariti “costretti” ad accompagnare le proprie fidanzate e mogli, a spingere il carrello carico di roba e a pazientare mentre le loro dolci metà girano i reparti. Un’abitudine, questa sì, che non passa mai di moda.