“Credo che la scarsa reperibilità del vaccino contro l’influenza sia solo una gran bella notizia. Il fatto che non si trovi il vaccino, infatti, è legato solo ed esclusivamente ad un improvviso aumento della domanda”. Così scrive l’assessore pugliese alla sanità, Pier Luigi Lopalco riguardo la scarsa reperibilità dl vaccino antinfluenzale.

“Chiunque vorrà vaccinarsi ne avrà diritto gratuitamente presso medici di medicina generale, pediatri e servizi delle ASL – continua l’Assessore -. Questo sarà possibile perché le categorie previste dalla circolare ministeriale, alla fin fine, includono tutti: non solo anziani, donne in gravidanza e portatori di patologie croniche, ma anche lavoratori di servizi essenziali e tutti coloro che convivono con un soggetto che rientra in una delle suddette categorie. Quindi tutti”.

“Ecco dunque perché il vaccino non si trova in farmacia. Con questa richiesta da parte del settore pubblico – aggiunge -, le aziende produttrici non hanno scorte per la distribuzione nelle farmacie. In conclusione, è un peccato accorgersi che gli italiani (personale sanitario incluso) abbiano scoperto l’importanza di questa vaccinazione solo sotto la spinta dell’effetto paura coronavirus. Ma tant’è: l’importante è il risultato”.

“Niente ansia, dunque, e aspettiamo il nostro turno. Il picco influenzale arriverà dopo le vacanze di Natale – conclude -. Per quella data avremo raggiunto coperture vaccinali che solo pochi mesi fa erano scritte nel libro dei sogni”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here