“Smettiamola una buona volta di dirci che gli acquisti nei centri commerciali, di domenica, sono dettati da urgenze o riguardano questioni che attengono alla nostra libertà individuale. Diciamo la verità, almeno a noi stessi”.

Inizia così lo sfogo del sindaco di Bari Antonio Decaro su Facebook. “Nella giornata di ieri i dipendenti del centro commerciale Ikea hanno scioperato per esprimere la loro richiesta di aiuto – si legge nel post -. E per farlo hanno dato il buon esempio: niente proteste di gruppo, niente assembramenti, niente mascherine a mezza bocca per farsi sentire meglio. Rispettando le regole, hanno manifestato per il loro diritto al lavoro e allo stesso tempo, per la tutela della salute”.

“Perché non è giusto siano loro a dover scegliere se mantenere il posto di lavoro o trascorrere intere giornate con migliaia di persone che si ammassano irresponsabilmente tra un corridoio e l’altro, in spregio a tutte le regole indicateci dalle autorità sanitarie e a tutti i rischi a cui esponiamo noi stessi e le persone che lavorano nei centri commerciali – scrive Decaro -. Perché non è possibile, la domenica, assistere a scene come quella nella foto qui sotto. È questo il motivo per cui, a costo di essere impopolare, ieri, a nome dei sindaci, ho chiesto alla cabina di regia nazionale di sospendere le attività dei centri commerciali nel fine settimana a partire dal prossimo”.

“E ho portato a quella riunione proprio le immagini dell’Ikea della mia città – conclude -. Una scelta sofferta ma doverosa perché, dove non arriva la coscienza di ognuno di noi, devono arrivare le regole, e a tutti i dipendenti dei megastore dobbiamo assicurare lavoro ma anche salute, sempre. Il Governo oggi ci ha dato conferma che le nostre proposte vengono accolte”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here