Il Premier Giuseppe Conte inaugurerà questo pomeriggio alle 18 la 84esima Fiera del Levante. Prevista per domani l’apertura dei cancelli al pubblico a partire dalle 10.

Non si placa però le polemiche attorno alla decisione di far svolgere la Fiera, seppur in condizioni di precauzione, visti i dati allarmanti che indicano una salita preoccupante della curva dei contagi.

“Dopo la presa di posizione molto critica nei confronti dei Dirigenti dell’Ente Fiera da parte di Associazioni di Categoria Autonome che hanno altresì contestato l’utilizzo spregiudicato di fondi pubblici, in particolare contributi della Camera di Commercio di Bari, anche i Consumatori intervengono per la sospensione di un evento che, evidentemente, è fuori dalla sua logica naturale quindi addirittura inutile e persino pericoloso, in questo particolare momento storico e sociale – scrive UnioneConsumatori -. Dopo il mondo imprenditoriale che si è scagliato contro coloro che poi sono esponenti dello stesso ambiente anche se di diversa estrazione che gestiscono, nei fatti, tale Ente Fieristico, intervengono i Consumatori evidentemente anche molto preoccupati per questo evento che sta per incominciare, a Bari”.

“Non sappiamo se di fronte al mantenimento di un sistema attorno al quale ruota tutto un meccanismo nessuno possa permettersi di esprimere opinioni e persino disapprovazione – continua -. Sta di fatto che come Unione Consumatori Autonoma disapproviamo totalmente la decisione di organizzare comunque la Fiera del Levante 2020 che avrebbe dovuto essere soppressa vista la recrudescenza dei dati relativi alla pandemia in corso”.

“In queste ore i comuni di Puglia stanno sospendendo tutte le Manifestazioni fieristiche, anche le più tradizionali ed importanti, pur potendole svolgere con le stesse modalità precauzionali in cui si svolgerebbe la Fiera del Levante – si legge nel comunicato -. Se i Sindaci stanno assumendo questa dolorosa decisione che mette sul lastrico migliaia di lavoratori e di imprese, con enormi perdite economiche, appare molto strano che i gestori della Fiera del Levante, a cominciare dagli Enti Pubblici che la foraggiano, facciano finta di nulla. A tutela dei Consumatori, utenti e fruitori della Fiera del Levante invitiamo formalmente il Patron e tutti coloro che hanno la responsabilità gestionale dell’Ente a fare immediatamente marcia indietro annunciando, in autotutela, la soppressione dell’84esima edizione della Fiera del Levante a Bari”.

“Con questa decisione non solo verrebbero risparmiate enormi risorse pubbliche ma si darebbe un segnale tangibile di responsabilità e senso civico di fronte ai dati drammatici che sono di fronte a noi e che inducono alla massima prudenza per evitare ulteriori contagi che, specie in occasioni particolari, potrebbero far aumentare in modo esponenziale la pandemia – si legge nel comunicato -. Come UniConsumatori trasmettiamo la presente anche alle Autorità competenti, non solo in materia sanitaria, preannunciando, nei casi in specie previsti e qualora se ne dovessero manifestare esigenze e condizioni, la formale denuncia per Epidemia Colposa qualora si verificassero situazioni o comunque accertate responsabilità individuali e/o collettive, dirette e/o indirette mettendo in pericolo la sicurezza e l’incolumità pubblica per violazione dell’art. 32 della Costituzione, con eventuale dolo”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here