Riunione d’emergenza convocata dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano dopo il focolaio scoppiato in un’azienda di Polignano, dove sono stati individuati nelle ultime ore 78 casi positivi sui primi 159 tamponi eseguiti dal dipartimenti di prevenzione della Asl di Bari.

Presenti il direttore del Dipartimento Promozione della salute Vito Montanaro, il prof. Pier Luigi Lopalco, il direttore Asl Bari Antonio Sanguedolce, la responsabile area epidemiologia Aress Lucia Bisceglia, il direttore del dipartimento di prevenzione Asl Bari Domenico Lagravinese, il sindaco di Polignano Domenico Vitto.

“Abbiamo appena finito una riunione con il Sindaco di Polignano e il nostro gruppo di lavoro anti Covid. Non sta succedendo nulla di diverso da ciò che è accaduto durante questi mesi – spiega Emiliano -. C’è un focolaio interno ad un’azienda che abbiamo individuato grazie a un gran numero di tamponi effettuati immediatamente. Non ci sono rischi particolari per la popolazione. Ciononostante abbiamo installato una postazione di prelievo dei tamponi a Polignano, in questo modo tutti coloro che hanno avuto contatti con le persone che man mano metteremo in isolamento, potranno prenotarsi e quindi effettuare i test in tempi rapidi”.

“La seconda ondata era stata prevista mesi fa, sapevamo che sarebbe arrivata, oggi però siamo molto più capaci che in passato di gestire queste situazioni. Man mano che si creano situazioni del genere, come accaduto persino in una caserma della guardia di finanza, aggrediamo immediatamente il virus, lo circoscriviamo e lo spegniamo come dei pompieri – conclude Emiliano -. Naturalmente è un’attività che prevede una grande collaborazione da parte di tutti. Andrà tutto bene”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here