La sala che diventa buia, i pop corn fumanti tra le mani e la colonna sonora che esce a tutto volume dalle casse. Vedere un film al cinema ha il suo perché. Fino ad ora a causa del coronavirus questo piacere era stato negato, ma da ieri si torna alla normalità, o quasi.

Primo tra tutte le sale cinematografiche del Barese, il The Space di Casamassima riapre i battenti e lo fa con tutte le misure necessarie per garantire ai clienti la giusta sicurezza. “Percorsi alternati, distanziamento e continua igienizzazione degli spazi comuni” sottolinea l’area manager centro sud, Mario Natalicchio.

“Abbiamo cambiato alcune regole della sala. I clienti al botteghino, oltre all’acquisto dei biglietti, potranno anche ordinare pietanze e bibite che poi potranno ritirare al bar, tutto garantendo il giusto distanziamento. I pop corn non saranno sfusi, ma messi in un sacchetto già preconfezionato. All’entrata – aggiunge Natalicchio – ci saranno gli addetti che misureranno la temperatura e gel igienizzante davanti a ogni ingresso. Distanziamento garantito anche nei bagni”.

Cambiamenti anche nelle sale. Attraverso un algoritmo si assicurerà la giusta distanza anche nelle sedute. “Se arriva una famiglia di quattro persone – spiega – il nostro nuovo sistema, una volta assegnati i posti, garantirà la distanza di un metro con gli altri ospiti. Un team di controllo girerà nelle sale per assicurarsi che il distanziamento venga rispettato e alla fine del film verranno igienizzate le sedute e i braccioli”.

Tanti cambiamenti dovuti al periodo, si spera però di tornare al più presto a riempire tutte le sale. I cinefili sono tutti d’accordo: “Questo è un ritorno alla normalità. Un momento di svago che in questi mesi di lockdown ci è mancato”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here