Bitonto città aperta. Dal traffico in corso Vittorio Emanuele II e dalla folla di gente davanti all’ingresso del cimitero, sembra quasi che nella città dell’olio il contagio da coronavirus sia solo un brutto ricordo. In realtà non è come sembra. Come evidenziato dal sindaco Michele Abbaticchio, per la fase 2 si è deciso di deviare il traffico veicolare nelle arterie principali come corso Vittorio Emanuele.

“Alcune strade del centro di Bitonto sono strette e lasciandole aperte al traffico i passanti non avrebbero potuto rispettare la distanza di sicurezza – sottolinea Abbaticchio – per questo motivo, con l’apertura delle attività commerciali, abbiamo pedonalizzato alcune strade del centro, come via Matteotti, e deviato il traffico in quelle dove i marciapiedi sono più ampi. In molti per venire in centro hanno preso la macchina pensando di essere più al sicuro da un probabile contagio. Con la chiusura delle strade di certo i cittadini saranno restii a prendere l’auto”.

Per quanto riguarda il cimitero, per evitare assembramenti, il primo cittadino ha deciso di dare la possibilità solo a uno per famiglia di poter accedere al campo santo. “Abbiamo anche deciso di limitare il numero di utenti, per questo motivo si sono create lunghe code all’esterno del cimitero. Qualcuno per le decisioni prese mi ha aggredito verbalmente. Qualcun altro mi ha compreso. Non traggo piacere o convenienza personale a suggerirvi o imporre limitazioni: ve lo posso garantire”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here