“I ragazzi non devono essere colpevolizzati o additati come untori, piuttosto devono essere responsabilizzati”. Lo ha affermato il sindaco di Bari, Antonio Decaro, al termine della riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza.

All’incontro hanno anche partecipato il prefetto Antonella Bellomo, il questore, i Comandanti provinciali dell’Arma dei Carabinieri e la Guardia di Finanza. Il tema principale della conferenza sono stati gli assembramenti dei ragazzi nei luoghi della movida. Per questo motivo è stato rimodulato un piano di controllo del territorio secondo le indicazioni contenute nelle circolari del Ministero dell’Interno e del Capo della Polizia, raccogliendo le preoccupazioni espresse anche dal sindaco Decaro.

Uno degli obiettivi è quello di imprimere il senso di responsabilità con l’uso delle mascherine e mantenendo il distanziamento sociale. Tutto questo tramite controlli più stringenti nelle ore serali e nei fine settimana.

“Ricordiamoci che gli stessi ragazzi hanno rispettai la quarantena nei mesi di lockdown. Adesso bisogna fare un percorso insieme. Tutti dobbiamo capire che non è vietato uscire o incontrare gli amici, ma bisogna farlo in maniera sicura. I genitori devono controllare il comportamento dei figli e non dare tutte le responsabilità alle Forze dell’Ordine”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here