Ieri sera, intorno alla mezzanotte, i residenti del quartiere Libertà sono stati spettatori di un nuovo spettacolo pirotecnico. I fuochi d’artificio sono stati fatti esplodere tra via Martiri d’Otranto e via Nicolai. Non essendo un avvenimento eccezionale, i baresi non si sono preoccupati di girare dei video denuncia su quanto stava accendendo nel rione.

Questa mattina, però, le tracce dei festeggiamenti sono state trovate in piazza Redentore. Il lurido ha lasciato bicchieri, piatti e posate di plastica, bottiglie di spumante e resti di una torta. Le recinzioni del cantiere pare abbiano aiutato i partecipanti a nascondersi da eventuali controlli e probabilmente gli stessi sono riconducibili ai fuochi d’artificio.

Vedendo la situazione è facile pensare che il coronavirus non sia riuscito a fermare le cattive vecchie abitudini. Ormai a Bari ogni festa che si rispetti deve essere accompagnata da uno spettacolo pirotecnico, nonostante sia da sempre vietato.