“Se lo fate vi mando in galera”. Il sindaco di Gravina, Alesio Valente, è spietato nei confronti di chi vende i buoni spesa destinati alle famiglie più bisognose. La questione, portata alla luce dal primo cittadino sui social, ha interessato anche la tv nazionale.

Ospite di Mattino Cinque, Valente ha spiegato di aver avuto la sensazione, e poi la conferma, che qualcuno volesse approfittarne vendendo buoni dal valore di 100 euro per 70 euro, sfruttando la disperazione delle famiglie rimaste senza soldi a causa dell’emergenza sanitaria.

A seguito delle segnalazioni arrivate in Comune, il primo cittadino, come sottolineato anche questa mattina ai microfoni del programma mattutino di Canale 5, ha deciso che i buoni avranno tutti quanti il nome e il cognome del beneficiario e solo esibendo la carta d’identità si potranno usare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here