Il Comune attivi avviso pubblico e mail per buoni spesa. Molti cittadini in difficoltà non sanno a chi rivolgersi. Firmato, i Capigruppo di opposizione Michele Picaro,della Lega , Filippo Melchiorre, di Fratelli d’Italia, Antonio Ciaula, di Forza Italia ed Elisabetta Pani, del Movimento 5 Stelle.

“Appare paradossale – scrivono in un comunicato congiunto – che il Comune di Bari ente locale capofila per le modalità con cui erogare i contributi stanziati dal Governo, a oggi navighi ancora nel buio. Da alcuni giorni i baresi in situazione di necessità chiamano numeri che risultano essere sempre occupati oppure a cui gli operatori non sono in grado di dare informazioni precise”.

“Nel frattempo – sottolineano – tanti altri Comuni, anche piccoli, hanno già adottato un regolamento, un modello ed indirizzi email a cui inoltrare le richieste. Ora, però, è necessario fare presto e bene, affinché nessuno possa essere lasciato indietro a causa della confusione e del pressappochismo amministrativo con cui il Comune di Bari sta gestendo questa emergenza”.

“Per questo chiediamo diverse misure da attuare: un avviso pubblico chiaro su modalità e criteri di erogazione, una modulistica con autocertificazione dei redditi, composizione del nucleo familiare, eventuali forme di sostegno di cui già godono i componenti, una comunicazione puntuale ed una modalità di trasmissione della domanda accessibile a tutti, tramite una email dedicata. I baresi in difficoltà – concludono i capigruppo di opposizione – non possono più aspettare!”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here