Ieri sera, dopo le polemiche sull’assalto ai treni diretti al sud, sono stati disposti controlli ai passeggeri diretti a Bari su quattro diversi convogli.

Alla Stazione Centrale due operatori della Asl hanno misurato la temperatura a chiunque fosse diretto in città. Tra le 19 e le 22 è stata misurata la temperatura a circa 150 persone provenienti dal nord e centro Italia.

Le procedure sono andate avanti senza problemi e in fretta anche grazie all’esperienza degli operatori Asl dirottati in stazione e alla supervisione degli uomini della Polfer.

Trenta dei passeggeri, tutti con temperatura non superiore ai 37.5 gradi, sono stati affidati al medico curante e messi in quarantena domiciliare.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here