Come annunciato ieri l’associazione SerBari ha sfrattato la postazione 118 Policlinico dalla sua sede “temporanea”. Ambulanza ed equipaggio (infermiere, soccorritore e autista-soccorritore) sono parcheggiati per strada in attesa di sapere il da farsi.

“Quello che sta accadendo in queste giornate di emergenza al personale impegnato nell’attività di Emergenza Urgenza delle postazioni SET della ALS Ba è veramente qualcosa di inverosimile – afferma Piero Albenzio, segretario generale Bari e Bat della Fials -. Se non fosse vero! Mi viene infatti segnalato che gli equipaggi, a partire dagli autisti non hanno più spazi idonei dove eseguire le operazioni di vestizione/svestizione all’inizio ed alla fine del turno di lavoro ma soprattutto, cosa ancora più grave in questo periodo di emergenza, non sono stati individuati percorsi dedicati per effettuare le operazioni di decontaminazione e smaltimento dei DPI utilizzati negli interventi per casi c.d “sospetto Covid 19”.

“Peraltro mi viene riferito che la sanificazione di tutte le ambulanze del SET 118 ASL BA, utilizzate in interventi per casi c.d. sospetto COVID 19, dovrebbero essere sanificato presso il centro di Coordinamento 118 della ASL BA a Noicattaro ed essendo il territorio presidiato dalle postazioni sparse per ben 41 Comuni dalla Provincia, anche distanti oltre 50 km da Noicattaro, è facile intuire per quanto tempo dovranno restare ferme le ambulanze del Servizio Emergenza Urgenza 118 prima di poter riprendere il loro delicato servizio” – spiega Albenzio.

“Se tutto ciò non bastasse registro stamane la stravagante posizione assunta da una delle Associazioni di Volontariato che gestiscono le postazioni 118 della ASL Ba e più precisamente il SERBARI che gestisce la postazione 118 denominata Policlinico, ospitata in un immobile pubblico di proprietà del Comune di Bari (ex Centrale del Latte) che ha deciso di non far accedere più il mezzo ed il suo equipaggio all’interno della postazione “confinandolo” in Viale Orazio Flacco davanti alla ex Centrale del Latte di Bari – conclude il segretario generale FIALS -. Chiedo immediato intervento al fine di garantire a tutti gli equipaggi delle postazioni SET 118 della ASL BA l’accesso ad idonei locali per effettuare le operazioni vestizione e svestizione all’inizio e termine del turno di servizio. Nonché la definizione di un percorso per lo smaltimento DPI post intervento sospetto COVID 19 e un immediato intervento sanzionatorio nei confronti dell’Associazione di Volontariato SERBARI che occupando l’immobile denominato ex Centrale del Latte impedisce l’accesso dei mezzi e del personale della postazione 118 Policlinico”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here