La Giunta regionale ha approvato lo stanziamento di circa 60 milioni di euro per potenziare il comparto della sanità pugliese, tra cui tre ospedali del barese: il Policlinico e l’Irccs Giovanni Paolo II’ di Bari e l’Irccs ‘De Bellis’ di Castellana Grotte.

Il budget erogato verrà utilizzato per la realizzazione di nuovi ambulatori territoriali e per il potenziamento dei presidi territoriali. I 60 milioni sono stati così ripartiti: 1,5 sono stati destinati all’Irccs De Bellis di Castellana Grotte; 2,1 milioni all’Irccs Giovanni Paolo II; 4,5 milioni agli Ospedali Riuniti di Foggia; 5,3 milioni al Policlinico di Bari; 16,2 milioni sono stati destinati all’Asl Brindisi; 14,7 milioni all’Asl Taranto.

Nel dettaglio, per l’istituto ‘De Bellis’, l’oltre milione e mezzo verrà utilizzato per l’attivazione dell’ambulatorio fragilità, per il rinnovo del parco ecografi e per il potenziamento dei laboratori d’analisi. L’Istituto Tumori ‘Giovanni Paolo II’ riceverà oltre 2,1 milioni di euro per il potenziamento del servizio centralizzato provinciale di anatomia patologica, dell’ambulatorio di endoscopia digestiva e di lavoratori di oncologia interventistica e urologici. La somma di 5,3 milioni di euro servirà invece al Policlinico per finanziare il potenziamento di attività ambulatoriale di senologia.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here