Le gaffe del ministro Bonafede sono note a tutti. “Quando per il reato non si riesce a dimostrare il dolo, diventa un reato colposo” oppure: “Gli innocenti non finiscono in carcere”. 

Per questo motivo l’avvocato Leopoldo Di Nanna, Dirigente Nazionale dell’Associazione di Politica Forense Nuova Avvocatura Democratica e Presidente dell’associazione Forza dei Consumatori, per porre fine a questa scia di strafalcioni da parte di un ministro che di giustizia dovrebbe saperne più di chiunque altro, ha deciso di impacchettare un manuale di Procedura Penale e di spedirlo a Bonafede. “Chissà se studiandolo impara qualcosa”, ironizza Di Nanna. 

“Sono 102 euro di libro, ma non fa nulla – scrive l’avvocato -. Sento di farlo a nome mio e di altri 250mila avvocati e di una marea di praticanti e studenti”. 

L’avvocato ha preso la palla al balzo e ha anche lanciato una provocazione a tutto il mondo giuridico. “E se lo facessimo tutti? Anche un piccolo codice di procedura penale o civile che non usate più. Forza avvocati, su la testa, fatelo. Se ne legge anche solo qualche pagina per curiosità siamo salvi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here