La Muraglia e il Fortino Sant’Antonio si colorano grazie alle luci del nuovo impianto di illuminazione artistica realizzato da Enel X, la business line del gruppo Enel dedicata ai servizi innovativi e alle soluzioni digitali, ispirato ai principi di sostenibilità grazie a un sistema di illuminazione all’avanguardia.

Circa 130 punti luce dotati di nuovi proiettori a led, infatti, consentiranno di conseguire un risparmio energetico pari al 50% rispetto alla tecnologia tradizionale. Il sistema, inoltre, può cambiare colore e creare nuovi scenari di luce rispondendo così ad eventuali esigenze scenografiche in occasione di eventi particolari.

Ieri pomeriggio l’accensione alla presenza dell’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso e il direttore di Enel Italia Carlo Tamburi.

“La luce ha il potere di valorizzare edifici e spazi pubblici delle nostre città – ha dichiarato Galasso – cambiando la nostra stessa percezione delle cose, anche di quelle che guardiamo da sempre. Il progetto di illuminazione artistica della Muraglia dimostra come la bellezza possa essere resa ancor più suggestiva da un uso accurato e sapiente delle luci. Da stasera, quindi, Bari si mostra a cittadini e turisti ancora più bella, anche grazie a un sistema di illuminazione a led basato sulla sostenibilità e sul risparmio energetico. Per questo ringrazio Enel X che ha voluto effettuare questo investimento con generosità e grande attenzione per uno degli scorci più incantevoli della nostra città. La muraglia che circonda il borgo antico di Bari sarà illuminata per la visita del Papa con i colori della pace”.

“Siamo estremamente soddisfatti di avere contribuito a realizzare un’infrastruttura innovativa e sostenibile in grado di valorizzare la bellezza di uno dei luoghi più suggestivi della città di Bari – ha commentato Tamburi -. Innovazione e sostenibilità sono due cardini della visione di Enel che, in associazione alla lungimiranza dell’amministrazione comunale, fanno sì che Bari disponga di una nuova illuminazione capace di coniugare efficienza e sostenibilità, tutelando il patrimonio artistico della città”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here