Le lunghe liste di attesa dal medico presto saranno soltanto un lontano ricordo. Oggi a Bari, durante il tour nazionale “Adesso Basta”, la Fimmg, il sindacato dei medici di famiglia, ha presentato il nuovo progetto “Studio Medico 3.0”.

Di cosa stiamo parlando? Si tratta di una piattaforma gestionale che ha come compito quello di potenziare le attività professionali ma allo stesso tempo di facilitare l’accesso alle cure dei cittadini.

Attraverso un IPad e un sistema di intelligenza artificiale sarà possibile svolgere negli studi dei medici di base esami di primo livello, come elettrocardiogramma, spirometria, holter pressorio e cardiaco, dermo-scan, e si potrà monitorare in tempo reale patologie croniche.

Attraverso invece un’applicazione si potrà invece prenotare una visita dal medico di base, o ricevere ricette e referti. Sarà agevolato il lavoro del medico che potrà gestire più facilmente i flussi e i carichi di lavoro quotidiani.

Tutto questo sarà possibile grazie ai 235 milioni stanziati nella manovra finanziaria per l’acquisto di strumentazione per i medici di base. La sperimentazione inizierà da gennaio 2020. All’evento hanno partecipato Silvestro Scotti, segretario generale nazionale della Fimmg, Filippo Anelli, presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medico, Michele Emiliano, presidente della Regione Puglia, Donato Monopoli, segretario regionale della Fimmg e Nicola Calabrese, il segretario della Fimmg Bari.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here