Inaugurato il nuovo sottopasso della stazione centrale di Bari. Completamente rinnovato da Grandi Stazioni Rail (Gruppo FS Italiane), il nuovo sottopasso è più largo e dotato di sei ascensori a servizio dei binari e di quattro scale mobili in corrispondenza del binario 1 e della nuova palazzina di Via Capruzzi.

Oltre a migliorare l’interscambio tra la stazione di Bari Centrale e le stazioni di Ferrotramviaria e Fal, il sottopasso è fruibile 24 ore su 24, è dotato di una nuova illuminazione a led, videocamere di sorveglianza, monitor informativi e canaline per il trasporto delle bici in corrispondenze delle rampe di accesso ai binari e di uscita.

Questa mattina al taglio del nastro erano presenti il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, il Sindaco di Bari, Antonio Decaro e l’Amministratore Delegato di Grandi Stazioni Rail, Silvio Gizzi.

“Ringrazio Grandi Stazioni – ha dichiarato il sindaco Decaro – per aver mantenuto il primo di una serie di impegni presi con la nostra città. La stazione non è solo il bigliettino da visita di una città ma in qualche modo ne rappresenta l’anima, perché è il crocevia di tante storie, di tante persone che ogni giorno partono e arrivano”.

“Credo che oggi sia una giornata importante per Bari – ha continuato il Sindaco – a riprova del grande lavoro svolto e di quello che Grandi Stazioni si accinge ad iniziare già dal mese prossimo con l’ampliamento e la riqualificazione degli altri due sottopassi e il completamente della nuova palazzina su via Capruzzi, con l’obiettivo di rendere ancora più funzionale la stazione centrale di Bari”.

“Questo grande intervento sarà accompagnato dall’esecuzione di un’altra opera molto attesa, sempre a cura di Grandi Stazioni: la realizzazione, nell’area dell’ex Squadra Rialzo, sull’estramurale, del terminal per i bus extraurbani. Un’opera necessaria a risolvere una volta per tutte una situazione vergognosa che va avanti da troppi anni, con i mezzi parcheggiati lungo via Capruzzi, dove i marciapiedi sono stretti, e i viaggiatori non hanno spazi attrezzati per la sosta e sono costretti a prendere gli autobus, letteralmente, per strada. I lavori – conclude Decaro – dureranno tre anni, al termine dei quali la nostra città sarà ancora più bella e potrà mostrare alle migliaia di viaggiatori che l’attraversano quotidianamente un altro lato positivo della sua anima”.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here