Dopo circa 10 anni la Regione Puglia torna ad assumere nuove leve da impiegare nelle varie Asl, tra ospedali, distretti e via dicendo. Entro la metà del prossimo anno si dovrebbero contare circa 5mila unità in più, non male anche se ne servirebbero il triplo, stando a quanto sostengono ormai da diverso tempo i sindacati.

Secondo il calendario della Regione, entro ottobre dovrebbe essere bandito il concorso per infermieri; l’ipotesi è quella di svolgere le prove tra dicembre e gennaio, così da avere la graduatoria finale a giugno. In ballo ci sono tra i 1000 e i 1500 posti.

Sempre entro dicembre, invece, dovrebbe conoscersi l’esito degli esami, e quindi la graduatoria, del maxi concorso unico per operatori socio-sanitari; tremila i posto da assegnare su tutto il territorio regionale.

I concorsi riservati ai medici, infine, saranno attivati a più riprese. Per alcuni, in realtà, il bando è stato già pubblicato, per altri sono stati annunciati tempi piuttosto brevi. Speriamo, perché tra le corsie e negli ambulatori il personale scarseggia, con grave sovraccarico di lavoro sui pochi attualmente in servizio. A discapito delle prestazioni e degli utenti, ovviamente.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here