Una pesca miracolosa per i volontari di Retake. Non quintali di pesci, ma ben sì di ciclomotori e batterie. Nel mare al ridosso del molo Sant’Antonio, quello famoso per le siringhe e le auto che parcheggiano senza sosta, i paladini della città hanno tirato fuori dall’acqua due scooter e una batteria presumibilmente lì da anni, visto la colonizzazione di fauna e flora marittima.

Aiutati da delle funi e con tanto olio di gomito, i volontari sono riusciti a ripulire parte del mare barese. “Uno schifo. Pensare che sono gli stessi baresi a commettere questi atti” commenta un passante. “Adesso il compito spetta alla Polizia Locale che grazie al numero del telaio può risalire ai proprietari. Speriamo – commentano i volontari – che vengano multati a dovere”.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here