La ripartizione Tutela dell’Ambiente, Sanità e Igiene del Comune ha reso noto che, con ordinanza sindacale, sono state previste diverse prescrizioni per la prevenzione e il controllo della diffusione delle blatte sul territorio comunale.

L’Amministrazione, come noto, provvede ad assicurare interventi di deblattizzazione nelle reti fognarie comunali, nelle caditoie stradali, sui bordi dei marciapiedi, nei giardini comunali e, più in generale, sul suolo di proprietà comunale, attraverso l’impegno di Amiu Puglia.

L’Acquedotto Pugliese, invece, è responsabile dell’esecuzione di due cicli di deblattizzazione sull’intera estensione della rete fognaria nera e del cosiddetto “sistema misto”. L’Aqp, inoltre, su richiesta del Comune di Bari o a seguito di segnalazioni effettuate dai cittadini (numero verde 800 735735) provvede ad eseguire interventi di deblattizzazione aggiuntivi sulla rete di sua competenza, con particolare attenzione alle aree più esposte al rischio di proliferazione di blatte, per prossimità ad insediamenti o ad attività che possano comportare la dispersione di liquami di qualsiasi genere o di residui di cibo.

Quanto all’Amiu, accanto al piano di monitoraggio annuale contro zanzare, blatte e topi, a giorni pubblicherà il calendario dettagliato degli interventi straordinari mirati a contrastare in particolare la diffusione delle blatte su tutto il territorio comunale.

L’ordinanza prevede anche norme a carico degli amministratori di condominio e proprietari. Nel caso di manifesta inerzia nell’osservanza di quanto stabilito dall’ordinanza o in caso di accertate gravi problematiche igienico-sanitarie, l’esecuzione degli interventi necessari avverrà d’Ufficio e la relativa spesa sarà a carico degli inadempienti secondo procedure e modalità vigenti in materia. Qui di seguito in galleria le norme contenute nell’ordinanza sindacale.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here