La Asl di Bari non ha perso tempo, quattro giorni dopo la comunicazione ufficiale del 26 aprile scorso chiude il pronto soccorso dell’ospedale Fallacara di Triggiano, che diventa Punto di primo intervento territoriale.

Degli otto medici in servizio, sette sono stati trasferiti al Pronto soccorso dell’ospedale Di Venere, anche questo diretto del dottor Carlo Marzo. Una sola dottoressa passa al 118. Il servizio di emergenza-urgenza si che si occuperà di provvedere alla turazione del personale come accade negli altri Punti di primo intervento della Asl di Bari.

Al Di Venere saranno trasferiti anche cinque infermieri. La maggiore forza lavoro potrebbe consentire l’apertura nel giro di qualche mese dell’Osservazione breve intensiva, approntata da oltre dieci anni, ma non attivata.

Resta il balletto dei pazienti psichiatrici e la scopertura del servizio nell’area barese in considerazione della chiusura del reparto a Triggiano e l’ordine di portare i pazienti a Putignano, in attesa del completamento della Psichiatria all’ospedale San Paolo. Ma di questo ci occuparemo attraverso uno specifico approfondimento, anche in considerazione di una comunicazione inviata dal direttore della Centrale operativa del 118, Gaetano Dipietro.

Nel frattempo l’augurio è quello scritto sulla torta con cui il personale ha chiuso la propria esperienza triggianese: “Il cambiamento è la legge dell’esistenza. Auguri al Pronto Soccorso di Triggiano. The best”.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here