Nei giorni scorsi l’Amtab ha posizionato un prototipo delle nuove pensiline previste nell’ambito del progetto di sostituzione delle strutture utili all’attesa degli autobus in corrispondenza delle fermate in diversi punti della città.

Installata via de Cristoforis, nei pressi di piazza De Nicola, si tratta di un prototipo rispondente ai criteri richiesti in fase di progettazione. Il modello scelto è infatti coerente con il concept dell’ombrello, così definito grazie all’effetto dell’ombrello aperto realizzato con nove razze in acciaio inserite sulla pila centrale con illuminazione integrata.

La pensilina, oltre che di una panchina ergonomica, è munita anche di prese usb per la ricarica dei cellulari, impianto fotovoltaico e totem lcd utilizzato per comunicazioni istituzionali – messaggi aziendali e comunicazioni agli utenti del servizio di trasporto pubblico -, informazioni sulle condizioni meteorologiche e annunci promozionali.

Come previsto dal capitolato di gara, saranno complessivamente 110 le nuove strutture, a cui si aggiungono la ristrutturazione e il riposizionamento di 45 pensiline esistenti, recuperate negli scorsi mesi, e l’installazione di 10 nuove pensiline presso le fermate che ne erano sprovviste.

Tutte le strutture saranno accessibili a persone con disabilità e, in particolare, a soggetti ipovedenti. Tra gli altri elementi presi in considerazione in fase di progettazione ci sono la larghezza del marciapiede, la presenza di rampe per disabili e di attraversamenti pedonali in prossimità. Nella scelta dei materiali, invece, si è tenuto conto dell’esigenza di realizzare le nuove pensiline con materiali resistenti e pratici che preservino il manufatto dagli attacchi degli agenti atmosferici e dagli atti vandalici (ad esempio verniciatura con polveri di poliestere antigraffito) e che rendano facili ed economiche le attività di manutenzione.

L’intervento, per alcune fermate, prevede anche la realizzazione di una piazzola rialzata che consenta l’accesso al bus a livello. L’importo a base di gara, che sarà pubblicata nelle prossime settimane, è di 1.2 milioni di euro di fondi Pon Metro e Pac metro, messi a disposizione dell’Amtab.

“Per un servizio di trasporto che funzioni, è necessario che l’utente abbia a disposizione mezzi efficienti ma anche un accesso comodo e facilitato – ha spiegato il sindaco Decaro -. In questi anni l’Amtab ha lavorato non solo sul miglioramento della circolazione dei mezzi ma anche sulla ristrutturazione complessiva del servizio, che si basa sul rapporto che si instaura con gli utenti”.

“È fondamentale avere autobus nuovi che non saltano più le corse ma è altrettanto importante migliorare le condizioni di utilizzo generale del servizio, perché non è possibile che le fermate non siano riconoscibili, non ci siano strutture confortevoli dove attendere l’autobus o manchi una corretta e puntuale comunicazione aziendale. Per questo nei prossimi anni – ha concluso – oltre all’arrivo di 25 nuovi bus, sostituiremo le pensiline e le paline su tutto il territorio cittadino e continueremo a incentivare l’utilizzo dell’autobus attraverso una politica di tariffazione calibrata”.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here