Dopo l’evento a suon di rutti in uno dei nuovi locali della zona Umbertina, i gestori del KGB hanno pensato bene di non rimanere indietro e di organizzare un motoraduno notturno di giovedì sera. All’evento, sponsorizzato sui social e che prevedeva l’inizio alle ore 21,30 e musica live, hanno partecipato decine di due ruote ruggenti e motociclisti festaioli.

La rimpatriata però è andata per le lunghe, tanto da costringere i residenti a chiamare la Polizia Locale per segnalare il caos che si è protratto fin dopo le due di notte. Le centinaia di segnalazioni hanno costretto gli agenti a fare i dovuti interventi, ma sono serviti poco a niente, stando al racconto di alcuni residenti.

“È evidente come sussista una carenza di controllo del territorio, in una zona dove si è voluto far proliferare la “(mala) movida”, con tutte le conseguenti implicazioni. Ancora una volta – scrivono nel comunicato pubblicato sul gruppo Facebook del Comitato Zona Umbertina – reiteriamo la nostra richiesta di istituzione di una postazione fissa o mobile di Polizia Locale, con accentuata presenza in particolare nelle ore serali e notturne. I cittadini chiedono di sapere, e ne hanno il diritto, quali provvedimenti l’autorità pubblica ha assunto in merito e quanto riportato nel relativa relazione di intervento”.

A completare il tutto anche le macchine in transito per via Cognetti che, non riuscendo a passare per la gente riversata in strada e per le moto parcheggiate in doppia fila, hanno pensato bene di strombazzare, nonostante intere famiglie stessero cercando di dormire visto che si trattava di un giorno infrasettimanale.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here