Per raggiungere la città vecchia, sia per cittadini che turisti, adesso sarà possibile usare un taxi collettivo per una spesa dai 10 a 12 euro. Il tutto partirà tra pochi giorni dopo la stipula della convenzione tra Comune, cooperativa tassisti e associazione commercianti e ristoratori della città vecchia.

La corsa avrà un importo fisso da suddividere con gli altri viaggiatori. I punti di raccolta sono in totale 6: via Caldarola, spiazzo chiesa San Sabino, zona Fiera, via Bovio-Palazzetto sport, viale della Resistenza e viale Gandhi. Per i primi tre il costo di una singola corsa sarà di 10 euro, per gli altri di 12. Le stesse tariffe anche per il ritorno.

I taxi potranno giungere in corso Vittorio Emanuele e piazza Federico II di Svevia. Con l’acquisto del biglietto si avrà a disposizione uno sconto del 10% in tutti i locali commerciali convenzionati nel centro città.

In base al protocollo, il Comune dovrà realizzare l’apposita segnaletica orizzontale e verticale per segnalare i punti di raccolta definiti, nonché dare comunicazione del servizio, mentre i tassisti dovranno garantire il servizio di trasporto collettivo da tutti i punti di partenza, senza soste intermedie e in tutti i giorni dell’anno, salvo casi eccezionali.

Inoltre, i tassisti dovranno rilasciare ai passeggeri il coupon individuale di sconto in modo da poter usufruire dell’agevolazione presso il locale prescelto. I commercianti, invece,  si impegneranno a esporre la locandina che consentirà di riconoscere l’attività convenzionata per lo sconto.

“In vista della bella stagione abbiamo messo a sistema un progetto cui stiamo lavorando da molti mesi – spiega l’assessore cittadino al Commercio, Carla Palone -. Il taxi collettivo è un servizio che ha diversi vantaggi sia per i cittadini, sia per gli operatori economici. È innanzitutto un servizio di trasporto sicuro soprattutto per i più giovani, è conveniente per le famiglie e rappresenta una buona occasione per i locali commerciali che beneficeranno dell’arrivo di più persone  che, senza l’incombenza della ricerca di un parcheggio, potranno recarsi in centro più volentieri. Meno macchine nel centro cittadino e una città più libera per i pedoni: un’aria meno intasata da smog di scarico è un beneficio per tutti, penso ai bambini, agli anziani ma anche ai turisti”.

“Il protocollo è il risultato di più parti che si incontrano, nel rispetto dei ruoli e delle competenze di ciascuno, con l’obiettivo di raggiungere un traguardo comune. Questo è possibile – conclude Palone – solo grazie alla collaborazione intrapresa in questi anni con gli operatori commerciali e grazie all’idea che abbiamo portato avanti come amministrazione comunale, cioè valorizzare lo spazio pubblico come luogo di incontro, di conoscenza e di economia”.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here