ospedale-bitonto
L'ospedale di Bitonto

Continuano i furti nel punto di primo intervento di Bitonto. In soli quattro giorni ben due colpi sono stati messi a segno nell’ex ospedale e, per questo motivo, il consigliere regionale di Forza Italia, Domenico Damascelli chiede con urgenza che venga istituito un servizio di vigilanza armata. “In questo modo – sottolinea il consigliere – si potrebbero arginare i furti e restituire serenità a operatori e pazienti”.

Una questione portata alla luce più volte alla direzione generale dell’Asl. Negli ultimi furti messi a segno nell’ex ospedale sono stati rubati strumentazioni informatiche e farmaci indicati per la terapia oncologica. “Non si può continuare a lasciare incustodito un presidio territoriale di assistenza tanto frequentato ed esposto. Il problema -conclude Damascelli – richiede interventi indifferibili”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche l’Usppi: “Sembra un bollettino di guerra, la sede del DSS 3 di Bitonto ciclicamente e purtroppo puntualmente è oggetto di furti da parte dei soliti ignoti. Non bastasse, con estrema disinvoltura i senza fissa dimora continuano a considerare la sede del PTA di Bitonto un luogo dove poter fare quello che meglio credono”.

“Nonostante le nostre denunce – aggiunge l’organizzazione sindacale – i locali posti al piano seminterrato continuano ad essere utilizzati per bivaccare, dormire, mangiare. Siamo seriamente preoccupati, i lavoratori e l’utenza vivono in un continuo stato di paura e apprensione, il primo obbligo del datore di lavoro è garantire la sicurezza. Siamo pronti a dichiarare lo stato di agitazione e un presidio permanente di protesta”.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here