“Prendersi i meriti per una pura operazione propagandistica”. Le parole dure del consigliere Giuseppe Carrieri sono rivolte al sindaco Antonio Decaro riguardo al Margherita. “Un teatro di proprietà dello Stato che lo sta ristrutturando senza alcun aiuto economico da parte del Comune di Bari”.

Il consigliere non è rimasto indifferente solo alla posizione di Decaro, ma ha anche acceso un riflettore sulla mostra virtuale di Van Gogh, la cui gestione è stata data alla Cube Comunicazione. “Una procedura amministrativa poco trasparente – commenta il consigliere -. È accaduto infatti che la società, la stessa che vince da anni il bando per l’organizzazione del Natale a Bari e che quest’anno ha vinto la gara dell’Amgas per l’allestimento natalizio in piazza del Ferrarese, abbia avuto in poche settimane il benestare a effettuare questa rappresentazione nel foyer del Margherita, a costo zero e senza neppure aver valutato altre proposte. Pare che riceverà anche dei contributi pubblici per l’evento”.

“Al momento, inoltre, non si ha nessuna notizia di come siano stati regolati i rapporti giuridici tra Ministero, il vero proprietario del teatro, e il Comune di Bari e sopratutto i rapporti tra quest’ultimo e la Cube Comunicazione. Non si sa neanche se sia stato stipulato un contratto o redatto un verbale di consegna. Dopo ben 30 anni – continua il consigliere Carrieri -, grazie a una semplice letterina, è stata data in gestione una parte del Margherita”.

“Una vicenda incredibile – conclude -, che giustamente a molti cittadini importa poco e che però gli amministratori pubblici devono controllare e verificare, per evitare che la cosa pubblica sia asservita al Sindaco per bassi motivi elettorali e ad altri per lucrare grandemente”.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here