“Se fossi stato armato mi sarei fatto giustizia da solo”. Sono le parole di un commerciante stanco e rassegnato per le continue rapine che subisce nel suo posto di lavoro. Giovanni e Antonio sono i due proprietari della Dill’s di via Carlo Alberto che questa mattina si sono trovati faccia a faccia con la banda della Bmw, malviventi che da tempo prendono di mira le stazioni di servizio ed esercizi commerciali tra Bitritto e Casamassima.

“Non si sono per niente curati del fatto che fosse suonato l’allarme – racconta Giovanni – infatti abbiamo avuto tutto il tempo di infilarci in macchina e di raggiungere la stazione di servizio. Una volta arrivati abbiamo visto uno dei malviventi che faceva da palo e abbiamo provato a investirlo, ma è riuscito a salire in auto con gli altri ed è lì che è iniziato l’inseguimento”.

Una fuga che è durata per un breve lasso di tempo perché, come raccontato, la Bmw, senza i freni posteriori, ha inchiodato e fatto sbattere violentemente la Uno bianca. I due hanno colpito la testa contro il parabrezza e la macchina è completamente distrutta, ma Giovanni e Antonio possono ritenersi fortunati in quanto hanno riportato solo dei tagli e bernoccoli sulla fronte.

“Sono talmente senza scrupoli – conclude Giovanni – che non hanno avuto paura ad aspettare che finisse l’effetto del nebbiogeno per mettere a compimento il furto. Visto che non è la prima volta che prendono di mira la nostra stazione di servizio, chiediamo che le pattuglie facciano maggiori controlli nelle vicinanze. La prossima volta potrebbero essere armati”.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here