Biagio Massari, 41 anni, è l’addetto alla sicurezza della FI.FA. Security che sabato sera ha salvato dal soffocamento un bimbo di tre mesi, figlio di un ambulante al lavoro alla festa di San Trifone di Adelfia. Inizialmente non ha voluto che fosse citato il suo nome, ma la sua foto ha fatto il giro della rete. In tanti hanno ringraziato Massari, tra l’altro autista soccorritore della postazione 118 di Palese. Insomma, la persona giusta al momento giusto, soprattutto perché anche la mamma del piccolo si era tranquillizzata quando il bimbo aveva rigurgitato un po’ di latte.

Il bimbo, invece, al momento dell’arrivo dei soccorsi non era del tutto vigile e solo la manovra di disostruzione delle vie aeree gli ha consentito di liberarsi del latte, ormai solidificatosi, che rischiava di soffocarlo. Massari non ci sta a passare come un eroe.

“Ho fatto solo il mio lavoro – dice – quello che avrebbe fatto un qualsiasi collega”. Massari racconta al nostro microfono come sono andati i fatti e conferma le difficoltà avute dai soccorsi in servizio alla festa, chiamati dal comandante della Polizia Locale, allontanatosi dal luogo dell’intervento poco prima dei momenti di tensione vissuti da alcuni addetti alla sicurezza con un passante che pretendeva di presenziare durante il salvataggio. Il suo racconto nel video.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here