In via Quintino Sella, superato corso Vittorio Emanuele, dovrebbe iniziare la corsia preferenziale per autobus, taxi e mezzi di emergenza. Ma delle strisce sull’asfalto e della segnaletica verticale non c’è alcuna traccia, quindi tutti gli automobilisti si sentono autorizzati a percorrerla con gran disinvoltura.

L’amministrazione comunale si è resa disponibile a incontrare la commissione dei tassisti la prossima settimana. Segnaletica a parte, pullman e taxi potranno finalmente avvalersi degli ufo. Ovviamente non parliamo di extraterresti e dischi volanti, né di un sequel del celebre film di Steven Spielberg ambientato nella nostra Bari. Ci riferiamo a quelle calotte sferiche, previste dal Codice della strada, che sono utili alla delimitazione delle corsie preferenziali.

In via de Giosa sono già atterrati e lì sembrerebbero aver in parte risolto l’invasione selvaggia della corsia preferenziale. Non potevamo farci mancare il giro in taxi, quindi abbiamo vestito i panni del turista d’oltralpe e, camera alla mano, abbiamo percorso la “corsia marziana”. Per restare a tema, possiamo affermare senza alcun dubbio che in via de Giosa è tutto un altro pianeta.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here