“Pagavo, il box, pagavo la luce, pagavo il commercialista. Guadagnavo 5 euro al giorno, non è stato possibile continuare”. Da venditore a cliente, uno dei pochi rimasti, forse per una sorta di attaccamento affettivo al luogo. Il mercato di piazza Balenzano, purtroppo, sta morendo, come ci conferma un esercente che ancora resiste strenuamente, sebbene non sappiamo per quanto ancora.: “Non entra più nessuno, non ci salva neanche il domicilio”.

Ventuno in tutto i venditori ancora attivi, in condizioni note da tempo che definire precarie, o disagiate, è un complimento. Attrazione del mercato, se così vogliamo definirla, è un allevamento di blatte: “Mezzo chilo l’una” commenta qualcuno guardando una magnotta gigante.

All’esterno, il parcheggio è usato regolarmente come orinatoio, tra una macchina parcheggiata e l’altra, forse dai tanti disperati senza tetto che si accampano, probabilmente imitati da qualche vastaso. Qualcuno la fa anche dentro, all’interno, manca infatti il bagno chimico a servizio della mensa per i poveri, chiesto più volte inutilmente.

“Tante promesse, ma non è cambiato niente – ci ha detto un commerciante – sono venuti i Vigili urbani per dei controlli, ma hanno capito che qua siamo agli sgoccioli. Mi spiace per il signor Decaro, ma a questo giro voti da qua non ne prende neanche uno”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here