“Se ci fossero più parchi per i bambini, non starebbero qua a giocare a pallone, però offendere gli agenti della Polizia Locale non sta bene”. Il giorno dopo la pubblicazione del video in cui si vedono i Vigili urbani presi a parolacce in piazza Risorgimento dai genitori dei bambini che giocavano, diciamo così, le reazioni sono variegate. Su tutte, però, la considerazione che gli spazi per i piccoli sono pochi.

Assodato questo, il tema è ampio e si presta a molteplici considerazioni. “Ci vorrebbe un presidio fisso, come era un tempo. Qui c’è persino una garitta” ha fatto notare qualcuno, garitta che evidentemente è spesso tristemente vuota.

“La notte non si riesce a dormire, si sentono urla e schiamazzi anche a tarda ora” ci dicono, problema che in estate si aggrava, aggiungiamo noi. Ma se questo, tutto sommato, è quasi ordinario, sebbene fastidiosissimo, c’è dell’altro.

Nel giocare a calcio non ci sarebbe niente di male, se non fosse per le continue pallonate contro le saracinesche, per esempio, circostanza lamentata da più parti. Ecco dunque cosa ci hanno detto stamattina per le vie del quartiere Libertà.

print

2 COMMENTI

  1. Il solito mix di paura, omertà, giustificazioni risibili (mancano i campi et) accettazione passiva, indifferenza che caratterizza i luoghi in cui i cuccioli dei clan mafiosi spadroneggiano sentendosi spalleggiati dai genitori. Non voglio pensare a quello che passano gli insegnanti a scuola. La prossima volta occorrerà inviare la Polizia, quella vera.

  2. Quando una piazza è lasciata al degrado e all’alegalità diffusa sappiamo tutti da chi viene controllata e lo sanno pure i nostri amministratori

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here