Un’apertura nel cancello perimetrale, alcuni gradini e un passaggio pedonale sull’altro complesso popolare, in modo da raggiungere via Bruno Buozzi senza il rischio di essere investiti. Tre semplici cose trasformano in sorrisi e ringraziamenti le paure e le lacrime di due anziani invalidi incontrati per caso qualche minuto dopo il sopralluogo dell’azienda appaltatrice arrivata sul posto insieme al geometra dell’Agenzia regionale per la casa.

Persino andare a comprare il pane è diventata un’odissea per la coppia di pensionati, un percorso ad ostacoli ricco di disagi. L’uomo stamattina ha rischiato di essere travolto dopo essere caduto.

I lavori partiranno tra giovedì e lunedì, così l’incubo e l’angoscia saranno solo un brutto ricordo per tutti i 36 inquilini dei due palazzi popolari. L’Arca ha scelto di superare la burocrazia, ma soprattutto di non attendere oltre l’intervento del Comune, proprietario dei palazzi.

“Abbiamo compreso le rimostranze dei cittadini e cercato di andare oltre le necessità della burocrazia”, afferma Giuseppe Zichella, presidente Arca Puglia. Dopo il nostro servizio, una mano tesa verso i baresi che non avevano la possibilità di accedere direttamente al marciapiede. Non saranno più costretti a correre gravi pericoli tutte le volte che varcheranno il cancello di casa.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here