“I cento uomini promessi a Bitonto? Tolti da altri uffici in sofferenza”. Anche i sindacati di Polizia Coisp e Consap confermano quanto noi avevamo già detto in tempi non sospetti: la carica dei 100 uomini annunciata da Minniti non è altro che un bluff. La coperta purtroppo è corta e i rinforzi promessi altro non sarebbero che risorse tolte al territorio.

“La parola magica è sempre la stessa: 100 – si legge nel comunicato – cento uomini subito, cento uomini presto, cento uomini a supporto. La percezione di insicurezza è invece dilagante e non bastano statistiche costruite ad hoc a colmare un vuoto che continua a fare morti, tra la gente comune e, anche, tra chi è preposto a garantire sicurezza. I cittadini hanno perso fiducia nelle istituzioni e si continua a sottovalutare il problema”.

I sindacati di Polizia mettono in evidenza soprattutto la situazione di Bitonto: “La verità è che per coprire le emergenze di Bitonto, si è fatto ricorso alle già poche risorse presenti sul territorio. – incalzano i segretari provinciali dei sindacati di polizia Coisp e Consap – Il risultato? Vengono sguarniti uffici già sofferenti per dare supporto alle emergenze sacrificando il controllo del territorio”.

Un problema che non riguarda solo il caso specifico di Bitonto, ma tutta l’area metropolitana e soprattutto il capoluogo: “A Bari le volanti sono insufficienti per coprire un territorio così vasto e, addirittura, mancano le divise per vestire i poliziotti. E non inventiamoci l’impiego dell’esercito: uomini preparati per missioni di pace o per interventi in paesi dove c’è la guerra che sarebbero sviliti per la loro preparazione e nella loro funzione solo per gettare fumo negli occhi alla cittadinanza”.

“È ora di dire basta a questa truffa commessa in danno dei cittadini – conclude la nota – Cento uomini nella provincia di Bari? E cento uomini siano. Basta con le briciole, manteniamo le promesse e diamo alla Puglia la possibilità di avere sul territorio nuove forze. Questo è il momento di dimostrare quanto lo Stato si interessi al territorio”.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here