Questo pomeriggio il sindaco di Bari Antonio Decaro e la direttrice del Segretariato regionale dei Beni culturali Eugenia Avvantaggiato hanno inaugurato il Castello Svevo di Bari al termine dei lavori che hanno interessato la fortezza e il complesso monumentale di Santa Chiara.

Presente anche il ministro per i Beni e le attività culturali ed il Turismo, Dario Franceschini: “Abbiamo l’esigenza assoluta di moltiplicare gli attrattori del turismo internazionale. Non ci può essere una concentrazione ai limiti del sovraffollamento solo nelle grandi capitali dell’arte, Venezia, Firenze e Roma. Ci sono città stupende con un patrimonio artistico e archeologico enorme come Bari, che diventeranno meta di grande attrattività per un turismo colto, intelligente, che viene in Italia a cercare le eccellenze. Investimenti come questo vanno in quella direzione”.

La cerimonia inaugurale si è svolta in presenza del ministro dei Beni e delle Attività culturali e del turismo Dario Franceschini, in visita a Bari per l’occasione: “Per tanto tempo generazioni e generazioni di baresi hanno vissuto questa imponente fortezza come una specie di gigante di pietra silenzioso, che dall’alto ha sorvegliato la città nei suoi corsi e ricorsi storici – ha dichiarato il sindaco Decaro -. Da qui sono passati tanti popoli, i normanni, gli svevi, gli angioini, gli aragonesi e personaggi come la regina Bona Sforza. Oggi finalmente la parte superiore del Castello, restaurata grazie al laborioso impegno della Soprintendenza e del Ministero, riapre le porte ai baresi, che potranno visitarlo e conoscere tutti i tesori d’epoca qui custoditi. Come amministrazione comunale, in collaborazione con gli altri enti e istituzioni, ci impegniamo ad animare queste stanze con la presenza viva dell’arte e della bellezza”.