dav

Noci, città dell’enogastronomia, in queste settimane vive una polemica a tema: quella sui supermercati. Ad animare la piazza è la realizzazione del capannone che ospiterà il punto vendita Eurospin, praticamente attaccato al supermercato Penny Market, all’angolo tra via Mottola e via Re Ladislao. Raccontiamo una storia che andrebbe approfondita, basandoci sui documenti ufficiali scaricati dal sito internet del Comune di Noci.

A leggere pare che ci sia qualcosa che non quadra. L’azienda Giacovelli S.r.l., a distanza di 28 giorni dalla presentazione del progetto del supermercato, propone la costruzione di una rotatoria, come confermatoci dal presidente del Consiglio comunale nocese, Stanislao Morea, già prevista in un progetto che prevede la costruzione di sei rotatorie. Rotonda che, di fatto, faciliterà l’accesso alla struttura commerciale in costruzione oltre che la circolazione stradale.

Sulla faccenda è esploso un caso politico. Spunta un manifesto a firma di Fratelli d’Italia, con pesantissime accuse relative ad un presunto conflitto di interessi. Il manifesto, però, dopo aver fatto il giro del web e creato non poco imbarazzo all’Amministrazione Nisi, con minacce di querela ai responsabili, è stato rimosso. Una delle cose che ci ha fatto saltare dalla sedia leggendo il provvedimento autorizzativo unico n. 88 del 30 giugno 2017, rilasciato dal Suap di Altamura, è l’email che accompagna il nome della ditta costruttrice Giacovelli S.r.l. nelle comunicazioni ufficiali.

Si tratta della posta elettronica del consigliere comunale di maggioranza e ingegnere, Fortunato Mezzapesa, alle scorse elezioni candidato nella lista “Noci per Nisi”. Perché il Suap per comunicare con l’azienda scrive al consigliere comunale? L’azienda non ha un suo indirizzo mail? Ma torniamo alla rotonda. Anche in questo caso ci sarebbe da approfondire. Stando a quanto si legge nei documenti ufficiali, la Giacovelli S.r.l. realizzerà a sue spese la l’opera del valore di 223.146,56 euro. Valore stabilito dall’architetto Giacovelli.

Il Comune, con la delibera numero 7 del 17 marzo 2017, approvata anche dal consigliere comunale Mezzapesa, si impegna a “determinare al momento dell’approvazione definitiva della variante relativa all’intervento di cui alla pratica Suap n. 18350 del 02.11.2016, a scomputare parzialmente gli oneri di urbanizzazione”. Ma di quale variante urbanistica si tratta? Nel provvedimento non c’è scritto. Ciò che appare chiaro, invece, è che gli oneri di urbanizzazione alla ditta Giacovelli debbano essere scomputati parzialmente e comunque successivamente ad una ulteriore delibera di Consiglio Comunale, che non c’è ancora stato in mancanza del numero legale alla scorsa convocazione.

Nell’attesa della definizione della faccenda e con i lavori di realizzazione del supermercato già in corso, spunta un’integrazione del responsabile del settore Urbanistico e Lavori Pubblici, inviata al Suap di Altamura, che attesta come: “… l’importo da versare del contributo di costruzione attiene solamente al costo di costruzione”, facendo venire meno il parziale pagamento da parte dell’azienda degli oneri di urbanizzazione primaria, dato che si prevede di scomputare anche gli oneri di urbanizzazione secondaria già con la realizzazione dell’area standard sita sulla strada Noci-Mottola. E qual è l’area standard? È anche questa già pianificata come la realizzazione della rotatoria? Ma lo scomputo non sarebbe dovuto essere parziale e solo dopo l’ulteriore delibera di approvazione della variante da parte del Consiglio Comunale? Abbiamo provato a porre queste domande al consigliere Mezzapesa e al sindaco Nisi, senza tuttavia riuscire a contattarli.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here