Questa mattina, durante il programma di Tommy Tedone, il primo cittadino di Bari, Antonio Decaro, ha chiesto scusa ai baresi per i disagi che il Medimex sta creando alla viabilità: “Mi assumo ogni responsabilità e chiedo scusa ai baresi – commenta Decaro – purtroppo c’è stata una incomprensione e il lungomare è stato chiuso con qualche ora di anticipo”. Una polemica infiammata sia dai residenti del centro città ma anche dai politici dell’opposizione, come Irma Melini.

Si è voluto esprimere sulla questione anche Rossano Sasso, coordinatore regionale di Noi con Salvini: “Ho saputo che Decaro ha chiesto scusa ai cittadini per i disagi creati ai cittadini – dichiara Sasso – ne prendo atto ma non basta. Le sue distrazioni e la sua incapacità amministrativa vanno ormai aldilà della polemica politica, Decaro ha bisogno di essere aiutato, ha perso la bussola ed il contatto con la realtà cittadina. Se ne torni in Parlamento quanto prima e si dimetta, abbia un minimo di rispetto per i suoi concittadini e oltre le scuse si renda definitivamente conto del fallimento della sua giunta”.

“Automobilisti bloccati per ore, commercianti del centro penalizzati per l’ennesima volta a causa delle limitazioni al traffico – aggiunge la portavoce cittadina di Noi con Salvini, Anna Rita Tateo – eventi inutili come il G7 o dalle scarse probabilità di ricadute economiche come il Medimex e, da ultimo, l’assoluta mancanza di un piano di viabilità alternativa”.

Nel frattempo dal Medimex sono arrivate le disposizioni in materia di sicurezza per la giornata del 9 giugno, mentre sono ancora in via di definizione quelle per la giornata del 10 giugno.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here