Salvatore Girone è tornato a casa, accolto come un a star da una folla acclamante di persone, giornalisti, telecamere e autorità, davanti alla sua abitazione di Torre a Mare. Ad accompagnare il marò fino alla porta di casa, infatti, sono stati il sindaco di Bari, Antonio Decaro, e il presidente della Regione, Michele Emiliano.

Girone non nasconde l’emozione e la prima persona che abbraccia è il nonno, che quasi sviene, incontrando il nipote. «Ringrazio gli italiani: siamo un bel popolo», ha dichiarato davanti a quella folla acclamante, ammettendo di aspettarsi un’accoglienza simile. Tuttavia, il militare, pur ringraziando giornalisti e sostenitori per l’attenzione riservatagli, ha chiesto che ora venga rispettata la sua privacy.

Pur se Girone entra a Torre a Mare da vincitore, dopo quattro anni in India, il caso Enrica Lexie è tutt’altro che chiuso. Il marò deve ancora affrontare il giudizio del Tribunale Arbitale dell’Aja e resta comunque sotto l’autorità della Corte Suprema Indiana, pertanto, l’Italia è obbligata a restituire il militare all’India nel momento in cui il tribunale arbitrale decida che la giurisdizione del caso sia indiana.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here