La ricostruzione della complessa vicenda dei due fucilieri di Marina, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, nel libro del giornalista Toni Capuozzo, “Il segreto dei Marò”. La spiegazione del limbo giudiziario in cui versano ancora i due militari è stata data proprio dal giornalista, presente alla rassegna Libri in Jazz, organizzata al Museo Archeologico di Rutigliano.

“Sostengo che i Marò sono innocenti – commenta Toni Capuozzo – perché i fatti avvenuti il 15 febbraio di quattro anni fa dimostrano che non sono stati loro a uccidere i due pescatori. La giustizia non può aggrapparsi a un colpevole di comodo”. Presentato dall’onorevole fittiano del CoR, Nuccio Altieri, lo scrittore non le ha mandate a dire alla politica italiana. “Tutto questo anche a causa del sonnolento, timido muoversi della diplomazia. Le prove che dimostrano la loro innocenza sono molte ma complicate. In questi anni l’India non ha mai rinviato a giudizio i due Marò. Questo significa che non hanno stringenti prove di colpevolezza”.

“Lo Stato italiano ha molte responsabilità – tuona Capuozzo – Si serve dei suoi servitori fin quando servono. Quando non servono più vengono in parte dimenticati. La loro dignità è stata dimenticata”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here