L’articolo di Elvira Zammarano sulla messa a scuola al liceo Salvemini di Bari, con l’intervento dello scrittore Nicola Incampo, esperto nazionale dell’IRC della CEI, direttore della diocesi di Tricarico, responsabile regionale della pastorale scolastica della Basilicata e di www.culturacattolica.it, ha scatenato la reazione di Leo Palmisano, segretario barese di Sel. Riceviamo e pubblichiamo una sua dichiarazione in merito all’episodio della messa a scula. «Eravamo già rimasti sconcertati dalla dirigente Tina Gesmundo quando, l’anno scorso, denunciò uno studente senza fondamento – incalza Palmisano – Adesso tira fuori dal cilindro una messa. A Natale cosa ci aspetta, il presepe vivente? E tutto mentre dovremmo laicamente tendere a un ragionamento interreligioso. Penso che in un liceo si debba praticare la filosofia, non il rito religioso».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here