Tutti i soggetti aderenti al forum della legalità dell’area metropolitana di Bari si sono riuniti oggi nella sede della Camera del Lavoro di Bari per la firma del protocollo di legalità. Nell’occasione hanno espresso vicinanza e cordoglio ai familiari di Vito Caputo e Michele Losacco, vittime di incidenti sul lavoro. Tra i presenti anche la Cisl Puglia, che ha voluto mandare un messaggio forte e chiaro alle istituzioni, nella speranza che simili tragedie non accadano più.

Parlare di sicurezza significa avere una cultura della sicurezza che passa attraverso il rispetto delle regole. Occorre rimettere al centro il valore dei diritti umani perché purtroppo è ancora alto il numero di donne e uomini che perdono la vita mentre sono a lavoro.

È necessario avere un sistema di vigilanza e controllo nelle aziende, sulle grandi opere e su quelle di una certa consistenza. Bisogna combattere senza tregua il lavoro nero, il lavoro senza regole, il lavoro senza sicurezza. Una battaglia che è necessario fare in sinergia con le istituzioni e con gli organismi preposti al controllo affinché la normativa  vigente non trovi più nessuna difficoltà di applicazione. Esiste un retaggio culturale che porta le aziende non sane a fare tagli proprio in una settore fondamentale che è la sicurezza che viene considerata esclusivamente come un costo anziché un investimento. Il contenimento della spesa pubblica non può intaccare quanto serve per poter mantenere alto il livello di vigilanza e monitoraggio continuo nelle aziende“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here