Questa mattina una delegazione di attivisti M5S di Corato guidata dal consigliere regionale Mario Conca, alla presenza di altre associazioni cittadine e di alcuni giornalisti, ha effettuato un sopralluogo nei pressi del depuratore per valutare i rischi derivanti dalla presenza di una griglia di cemento priva di recinzioni di protezione e alla portata di adulti e bambini.

«Nonostante il sindaco Mazzilli sia a conoscenza della questione non ha ancora agito per mettere in sicurezza l’area – dice Conca – e per questo scriverò al Prefetto affiché lo solleciti ad adempiere in tempi celeri».

Successivamente la delegazione si è recata in contrada Belloluogo, angolo via Bisceglie, per osservare da vicino i fumi che esalano da una cava dismessa una ventina d’anni fa. «Siamo rimasti impressionati dall’olezzo persistente oltre che dalla presenza di rifiuti di ogni tipo e di amianto disseminato ovunque – continua il consigliere pentastellato – anche in questo caso il sindaco già allertato dal nostro portavoce in parlamento D’Ambrosio non ha agito e pertanto urge darsi da fare per caratterizzare l’area e valutare la nocività dei fumi. Sarebbe sicuramente opportuno effettuare dei prelievi di acqua dai pozzi circostanti per verificare se il percolato e i metalli pesanti, sversando nelle falde, abbiano inficiato la purezza delle acque. Solleciteremo pertanto, l’assessore Santorsola, il presidente della Giunta regionale e il Prefetto, affinché si bonifichi l’area e si preservi la salute pubblica».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here