Venerdì 24 aprile è la giornata internazionale dedicata ai diritti per gli animali da laboratorio. L’associazione Essere Animali organizza in contemporanea a Brescia e a Bari un evento informativo per spiegare ai cittadini l’inutilità della sperimentazione. L’evento si terrà in via Sparano, angolo via Abate Gimma, a partire dalle ore 16.00.

Ogni anno all’interno dell’Unione Europea, circa 12 milioni di animali sono utilizzati per scopi scientifici. In Italia ci sono circa 600 centri di ricerca autorizzati dal Ministero della Salute dove si pratica la vivisezione per circa 900 mila animali complessivi che perdono la vita ogni anno.

Gli attivisti del gruppo pugliese aggiungono. «In Italia vengono utilizzati e uccisi in nome della scienza cavalli, cani, ratti, topi, mucche, maiali, pecore, piccioni, furetti, rettili, pesci e uccelli provenienti da allevamenti appositi o catturati in natura. Tutto questo deve finire, perché è stato dimostrato che i metodi alternativi ci sono e funzionano. Soprattutto nessuno ha il diritto di usare la vita degli altri come merce».

Essere Animali, insieme all’Onlus Legalo al Cuore ha strutturato poi il proseguo della manifestazione con una cena vegan e senza glutine presso la Pasticceria Salutistica Portoghese, in Via Giovanni Modugno 29, dove saranno raccolti i fondi per affrontare la nuova stagione del caldo. Ogni anno infatti la primavera è tristemente nota per l’aumento delle nascite di cani e gatti randagi che bloccano le operazioni ordinarie dei volontari con numerose emergenze. in più, con il sopraggiunge dell’estate aumenta il fenomeno degli abbandoni. Lo scorso anno nel periodo estivo si sono contati oltre 100 mila abbandoni tra cani e gatti.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here