Torniamo a occuparci della questione abusivi nelle case popolari, a Bitetto. Dopo aver ascoltato l’Arca, sulla necessità di formulare una graduatoria per l’assegnazione degli alloggi, all’ufficio demografico del Comune abbiamo chiesto informazioni circa la pubblicazione del bando.

L’avviso pubblico è in fase di preparazione e il direttore dell’ufficio Demografico, Elettorale e Servizi Sociali, Arcangelo Raffaele Carbone, conta che sia pubblicato entro una settimana, dopo la presa visione da parte di Arca e sindacati. Di seguito, si procederà con la formulazione della graduatoria per stabilire chi potrà battagliare con gli abusivi.

Sì, perchè dei 40 alloggi popolari in città, sono tre quelli non assegnati regolarmente, tutti occupati da abusivi. La graduatorià stilerà l’ordine degli aventi diritto, ma lo sgombero degli appartamenti da assegnare è tutta un’altra questione. Il Comune lancia la palla all’Arca, proprietaria degli appartementi occupati.

Dall’Arca veniamo a sapere che per gli abusivi nella casa di via della Costituzione è stata sporta sia una denuncia civile che una penale. Per quanto riguarda la parte civile, gli abusivi hanno 15 giorni di tempo per abbandonare la casa. Con la denuncia penale, l’autorità giudiziaria metterà sotto sequestro l’immobile apponendo i sigilli.

Questa operazione, oltre che a una formale liberazione dell’immobile, dovrebbe servire a una maggior tutela sia dell’ente che dell’appartamento. Un conto è occupare un alloggio vuoto, altro sarebbe occupare una casa sotto sequestro giudiziario, rompendo i sigilli posti dal Tribunale. Ora la vertenza è in mano alla magistratura e all’autorità giudiziaria.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here