«Se i numeri restano questi, è andata decisamente meglio rispetto agli altri anni». Francesco Stea primario del Pronto Soccorso al Policlinico di Bari non nasconde la sua contentezza, i danni da botti illegali sono stati numericamente molto contenuti: un 14enne di Bitritto si è procurato delle lesioni ad una mano e un 34enne, più grave, con un problema a un occhio. In totale sono sei le emergenze per ferite da fuochi d’artificio, in città. Forse, le campagne di prevenzione stanno finalmente portando dei risultati.

«Purtroppo però – ha aggiunto il dottor Stea – abbiamo avuto un’infinità di ubriachi. Il problema vero è questo. Che sia Capodanno, che sia il concerto o la festa della donna, l’abuso di alcool è diventato una vera e propria emergenza, con l’età media che si abbassa ogni anno che passa».

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here