Sono passati poco meno di ventiquattro anni da quel 25 giugno 1991, quando Ignazio Minervini, Vito Pizzimenti e Donato Musto, morirono mentre erano in servizio a Bitonto, intenti a spegnere un incendio in un salottificio. Lo stabile venne giù mentre i pompieri svolgevano il proprio lavoro, lasciando le tre povere vittime sotto le macerie.

Oggi, in memoria dei tre vigili del fuoco, sono state affisse tre targhe in loro onore, presso il distaccamento dei vigili del fuoco di Carrassi, quello della Fiera del levante e nella sede centrale. A presiedere la commemorazione anche il sottosegretario del Ministero dell’Interno, Gianpiero Bocci.

I compagni di lavoro dell’epoca li ricordano come persone straordinarie, che si distinguevano per la loro disponibilità e dedizione al lavoro. Sempre in prima fila, non si tiravano mai indietro di fronte al pericolo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here