Un caso di tubercolosi è stato scoperto al Policlinico di Bari in un ragazzo pakistano, sulla trentina d’anni, arrivato in ospedale la scorsa domenica e ricoverato fino a questa mattina nel reparto di otorinolaringoiatria.

Il giovane sarebbe giunto al pronto soccorso ospedaliero la mattina di domenica con una serie di fratture tra cui una al setto nasale, procurate, a detta del paziente con un tuffo. L’uomo è stato ricoverato nel reparto di otorinolaringoiatria dove sono partiti gli accertamenti. Sono state le radiografie toraciche a insospettire i medici che lo scorso martedì hanno effettuato una tac.

L’esame ha rilevato una caverna tubercolare e il paziente è stato posto in isolamento nello stesso reparto, benché non attrezzato al trattamento di malattie infettive. Questa mattina, il trasferimento al reparto malattie infettive. Le condizioni del ragazzo non sono gravi.

Nessun allarme tubercolosi. Non è l’unico caso al Policlinico ma la situazione è perfettamente sotto controllo. A confermarcelo è Vitangelo Dattoli, direttore generale dellazienda ospedaliera. I pazienti tubercolitici non sono infrequenti, ci spiega il medico, ma l’incidenza dei casi non è alta e comunque nessuna delle province pugliesi raggiunge l’indice tubercolinico oltre il quale è allarme. «»

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here