Un giorno commemorato ininterrottamente da 38 anni, che vedrà in prima linea anche le comunità palestinesi di Puglia e Basilicata. Martedì 1° aprile a Bari, al Parco 2 Giugno, alle 11 verrà piantato un simbolico albero d’ulivo per ricordare la “Giornata della Terra”, alla presenza del sindaco Emiliano. Nel 1976, in un clima politico già rovente in quella regione dopo la Guerra dei Sei Giorni e la Guerra del Kippur, il governo israeliano vara una risoluzione che autorizzerà l’esproprio di 5mila ettari di terreni agricoli appartenenti alla comunità palestinese.

Il 30 marzo di quell’anno, alcuni scioperi e proteste di piazza verranno soffocati con la forza in alcuni paesi della Galilea come Sakhnin, Arraba e Deir Hanna. Un giorno che le comunità palestinesi di tutto il mondo commemorano ogni anno e che viene da quel momento chiamato Yom al-Ard, “Giornata della Terra”. Anche i palestinesi di Puglia e Basilicata daranno dunque il loro sostegno alla commemorazione, con lo stesso Emiliano che guiderà e accompagnerà lo svolgimento della cerimonia.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here