Qualche farfugliamento e molti «Non so», «Non conosco la situazione» e «Faremo i controlli necessari». La domanda delle domande, però, resta senza una risposta. Sergio Rizzo e la sua “Media e Partners” hanno partecipato a un bando di gara pubblico per occuparsi della comunicazione, dei redazionali – e quindi dei rapporti con la stampa – in occasione di una decina di manifestazioni ed eventi (Vnitaly 2013, Masserie sotto le stelle 2013, Fiera del Levante 2013, Agrilevante 2013, Bit 2013, Anuga 2013 a Colonia, Tutto Food 2013 a Milano) organizzati, patrocinati o finanziati dall’assessorato all’Agricoltura della Regione Puglia?

Abbiamo cercato di saperne di più facendo irruzione all’Istituto Agronimico del Mediterraneo, a Valenzano. Come ogni anno dirigenti dell’assessorato e addetti ai lavori si sono incontrati per scambiarsi gli auguri di Buon Natale e per un felice anno nuovo. In merito all’anno che verrà, speriamo quantomeno in un anno con regole uguali per tutti. Anche perché, per quanto ci risulta, l’unico bando pubblico in materia di comunicazione – quello relativo al concorso sui rosati – non lo ha vinto Media e Partners.  Le risposte dell’assessore regionale all’Agricoltura Fabrizio Nardoni e del dirigente di Area Gabriele Pagliardini non ci hanno convinti del tutto, ma crediamo nella promessa di voler andare fino in fondo a questa storia.

Intanto Rizzo non era presente al tradizionale scambio di auguri. Lo abbiamo atteso invano per due ore, perché avremmo voluto dare anche lui la sacrosanta possibilità di replicare sulla vicenda. Anzi, siamo sempre disponibili nel caso voglia fare dichiarazioni e precisazioni di ogni tipo. In attesa di conoscere i risultati delle indagini della Guardia di finanza, pare che l’assessorato voglia prendere alcune importanti precauzioni nei rapporti con i fornitori.  L’assessore Nardoni, poi, ha preso l’impegno di constatare le modalità con cui vengono affidati i servizi a “Media e Partners” e a qualsiasi altro fornitore, assicurando – da ex editore – il massimo della trasparenza.«Sto facendo accertare eventuali irregolarità – ha detto l’assessore Nardoni – sono il primo a volere nel mio assessorato il massimo della trasparenza». Staremo a vedere. Non ci resta che aspettare di capire come l’assessorato intenderà gestire la sua comunicazione nel 2014.

print

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here